Alessia Forcina – Morphe

Alessia Forcina

Mi racconto

Ricordati di Osare

title-line

Arrivi ad un punto della vita che tiri le somme, probabilmente questa cosa la fai più volte nel corso di una vita intera, e penso che a 35 anni fai la prima “lista” di cose che avresti dovuto o non dovuto fare, di sogni realizzati e non, o semplicemente di quello che vorrai davvero per il resto della tua vita o quello di cui faresti vivamente a meno!

Quando per anni hai vissuto viaggiando, cercando e ricercando il tuo “ luogo nel mondo”, hai cavalcato opportunità, nel mio caso, anche grandi palcoscenici, ti sei arricchito di esperienze, lavorative e non, di vite, hai intrecciato il tuo percorso con mille personalità diverse, di importanza culturale, musicale, artistica, letteraria, arrivi a chiederti, ma io chi voglio essere? Chi sono? Cosa Voglio diventare?

Non vi racconterò quali celebrità hanno incrociato il mio percorso, per quali realtà importanti ho lavorato! Piuttosto vi dirò che ad un certo punto di questa frenetica e movimentata vita, fatta di luci e lustrini, l’Arte è diventata la mia salvezza, la mia ancora di salvataggio! Il modo in cui ho affrontato tante delusioni, il modo in cui ho “esorcizzato un problema”.

Da questo capisci che puoi trovare una nuova strada, la tua strada!!

Arrivi ad un punto della vita che tiri le somme, probabilmente questa cosa la fai più volte nel corso di una vita intera, e penso che a 35 anni fai la prima “lista” di cose che avresti dovuto o non dovuto fare, di sogni realizzati e non, o semplicemente di quello che vorrai davvero per il resto della tua vita o quello di cui faresti vivamente a meno!

Quando per anni hai vissuto viaggiando, cercando e ricercando il tuo “ luogo nel mondo”, hai cavalcato opportunità, nel mio caso, anche grandi palcoscenici, ti sei arricchito di esperienze, lavorative e non, di vite, hai intrecciato il tuo percorso con mille personalità diverse, di importanza culturale, musicale, artistica, letteraria, arrivi a chiederti, ma io chi voglio essere? Chi sono? Cosa Voglio diventare?

Non vi racconterò quali celebrità hanno incrociato il mio percorso, per quali realtà importanti ho lavorato! Piuttosto vi dirò che ad un certo punto di questa frenetica e movimentata vita, fatta di luci e lustrini, l’Arte è diventata la mia salvezza, la mia ancora di salvataggio! Il modo in cui ho affrontato tante delusioni, il modo in cui ho “esorcizzato un problema”.

Da questo capisci che puoi trovare una nuova strada, la tua strada!!

Morphè, quel volto, sono io! L’ho dipinto e poi è diventato il mio alter Ego artistico, per rappresentarmi, per essere quella nuova me!

Spatolare il colore a ritmo di musica, un suono che ti accompagna, ti coccola, ti guida!

Quando ti senti chiuso in una gabbia e il pennello, una tela, ti liberano, ti danno libertà di espressione, di movimento, di pensiero.

E poi il lockdown, e quel senso di libertà che viene meno, che ti viene privato, quella paura che ti accompagna, quel senso di smarrimento, di buio su quello che succederà domani, e quella voglia di guardare il mondo in un modo diverso, di esplorare finalmente i confini finora tenuti nascosti, di non perdere più tempo, di dare credito a quel tempo, il TUO tempo.

E da qui l’idea di far uscire le tue opere, fuori dalle tele, di farle muovere, indossare, di renderle parte di un mondo, quel mondo che ti è stato tolto per un po’, violato e che ora vuole solo rinascere e trovare spazio, vita, colore!

Mi chiamo Alessia, ma potete chiamarmi “Morphè”.